20180124_111348

Dimenticate la Senna, la Tour Eiffel e gli Champs Elisées. Quella di cui stio per parlarvi è una Parigi underground: graffiti, stencil e colori. In ogni grande città ci sono opere di street art e murales, però, a Parigi trovate qualcosa di unico: Galerie Itinerrance.

Fare il biglietto della Metro, mettere le cuffie e scegliere un brano qualsiasi dei Moderat. Direzione? 13° arrondissement.

20180124_114302.jpg

Tipico quartiere di periferia. Una realtà fatta di maxi-edifici e un tessuto urbano senza troppa identità. Nel 2004 l’amministrazione pubblica e Galerie Itinerrance hanno creduto in una riqualificazione tutta colorata che si contrapponesse al grigiore parigino. Il progetto si chiama Street Art 13.

20180124_111125

Facciamo un passo indietro. Galerie Itinerrance non è la solita la galleria d’arte. Nelle sue mostre non ci sono semplicemente quadri appesi alle pareti, parliamo più di esperienze che coinvolgono chi visita le mostre. Non ci sono differenze tra le tela e le pareti. Lo scopo è quello di sdoganare la vecchia idea di graffito visto come uno scarabocchio. Con una bomboletta si fa molto di più, si fa arte con la A maiuscola. Per questo motivo la galleria non è più soltanto in 24bis boulevard du Général Jean Simon ma è anche all’esterno, sui muri dei palazzi. La streetart è strada per definizione, perciò dove può essere se non lì?

20180124_115059.jpg

Divertenti. Colorati. Psichedelici. Per farci riflettere, per farci innamorare. 20 artisti internazionali e 32 murales hanno cambiato il volto di un distretto. Pellegrinaggio obbligatorio per gli amanti della streetart.

20180124_114616.jpg

Alcuni nomi? Shepard Fairey, in arte OBEY, si… OBEY. INTI. D*Face. Invader. Conor Harrington. La lista completa, insieme alla mappa delle opere, è sul sito: http://itinerrance.fr

 

I miei preferiti sono sicuramente questi:

La Madre Secular II – INTI – 80 boulevard Vincent Auriol

Embrace and Fight – Conor Harrington – 85 boulevard Vincent Auriol

Rise Above Rebel – OBEY – 93 rue Jeanne d’Arc

La Marianne – OBEY – 186 rue Nationale

Love won’t tear us apart – D*Face – 10 Place Pinel

F.

20180124_114911

 

 

Posted by:Federica Gerini

Fabrianese di nascita ma fiorentina di adozione, con la passione per i viaggi, la fotografia e l’architettura. Classe 1991, Pesci, colleziono serialmente cose. Laureata in Architettura, indosso mocassini e ascolto indie rock. Leggo libri e vedo film. Scrivo su una Moleskine. Collaboro e scrivo per magazine di viaggi, arte, architettura e lifestyle come National Geographic Traveler, Viaggio nel Mondo, FUL – Firenze Urban Lifestyle e Artribune. Se mi chiedessero di descrivermi tramite una citazione sceglierei: “Le nostre valigie logore stavano di nuovo ammucchiate sul marciapiede; avevano altro e più lungo cammino da percorrere. Ma non importa, la strada è vita.” (On the road – J. Kerouac) Questo spazio è il mio personale diario di bordo con appunti, magari qualche consiglio e tante tante fotografie. F.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...