Tre idee dell’ultimo minuto per chi ancora non ha deciso dove trascorrere le ferie. Tre luoghi nel Sud Italia. Tre città d’arte bagnate dal mare.

fullsizeoutput_23f.jpeg

NAPOLI

Capitale della pizza. Regno di sfogliatelle e babbà. Napoli è la città ideale per una partenza last-minute: tanto da vedere, buon cibo e un mare incantevole. Cosa visitare? Dipende. In base ai vostri interessi la città offre davvero tanto. Scavi archeologici, musei di arte moderna, graffiti. I miei luoghi preferiti sono la Cappella di San Severo con il suo Cristo velato e le sue Madonne, i Chiostri di Santa Chiara dalle meravigliose maioliche, la Chiesa del Gesù Nuovo, il Museo MADRE, il Palazzo dello Spagnolo e a Pozzuoli l’Anfiteatro Flavio.

Altri due piccoli suggerimenti: a Materdei sui muri dell’Ex OPG – ex ospedale psichiatrico giudiziario – in via Imbriani c’è uno dei più bei murales di BLU; firmata, invece, da Banksy in piazza Gerolomini c’è La Madonna con la pistola. Chi vede Napoli non può non visitare le Stazioni dell’Arte, quindici fermate della metropolitana che portano il nome di Alvaro Siza, Alessandro Mendini, Gae Aulenti, Óscar Tusquets e molti altri. Mi dispiace per la famosissima Toledo, ma la più bella a parer mio è la fermata Università: psichedelica.

Il mare? “Gaiola portafortuna, tu dici sempe ca nun te porto mai ‘a nisciuna parte.” Come in una canzone di Liberato e in un video di Francesco Lettieri: il Parco sommerso di Gaiola. La sua particolarità è quella di essere un’area archeologica sommersa, in cui si fondono elementi vulcanologici, archeologici e biologici.

 

OTRANTO 

Otranto, provincia di Lecce, Puglia. La bella Penisola Salentina. Patrimonio Culturale dell’UNESCO. Da qua sono passati Greci, Romani, Bizantini e Spagnoli.

otranto

Cosa vedere? Iniziate dal Castello aragonese, luogo di incontro tra Oriente e Occidente, proseguite con la Cattedrale dell’Annunziata e la Chiesa di San Pietro, arrivate fino alla Baia dei Turchi per il mare.

Due escursioni molto suggestive sono quella dei Laghi Alimini, riserve di flora e di fauna protette dal WWF immerse nel verde, e quella del Lago Bauxite, oasi di pace con vicina la nota Cava di colore rosso.

baia_dei_turchi

 

PALERMO

Palermo, terra sicula. Dalla storia plurimillenaria: fondata dai Fenici, conquistata dai Romani, passata sotto le mani dei Bizantini e dei Normanni fino ad essere la capitale del Regno di Sicilia.

Panoramica_Cattedrale_di_Palermo.jpg

Da vedere assolutamente? Palazzo dei Normanni insieme alla sua Cappella Palatina, la Zisa, la Fontana Pretoria e la Cattedrale. In via Volturno c’è il Teatro Massimo, il più grande teatro lirico d’Italia, in stile neoclassico e dall’eleganza unica. Impossibile non visitare le Catacombe dei Cappuccini: circa 8000 salme perfettamente mummificate. Per respirare la vera Palermo non può mancare la visita al suo mercato, qua trovate i suoi sapori e i suoi colori.

Il Monte Pellegrino chiude a nord il golfo di Palermo. Riserva naturale dai palazzi antichi su cui troneggia il Santuario di Santa Rosalia e dove, nelle Grotte dell’Addaura, sono custoditi graffiti rupestri risalenti al paleolitico.

Per il mare la direzione da seguire è quella verso Mondello. Qualche chilometro a nord del centro, sull’altro versante del Monte Pellegrino. Sabbia finissima e mare cristallino.

cropped-cropped-logo.jpg

F.

Posted by:Federica Gerini

Fabrianese di nascita ma fiorentina di adozione, con la passione per i viaggi, la fotografia e l’architettura. Classe 1991, Pesci, colleziono serialmente cose. Laureata in Architettura, indosso mocassini e ascolto indie rock. Leggo libri e vedo film. Scrivo su una Moleskine. Collaboro e scrivo per magazine di viaggi, arte, architettura e lifestyle come National Geographic Traveler, Viaggio nel Mondo, FUL – Firenze Urban Lifestyle e Artribune. Se mi chiedessero di descrivermi tramite una citazione sceglierei: “Le nostre valigie logore stavano di nuovo ammucchiate sul marciapiede; avevano altro e più lungo cammino da percorrere. Ma non importa, la strada è vita.” (On the road – J. Kerouac) Questo spazio è il mio personale diario di bordo con appunti, magari qualche consiglio e tante tante fotografie. F.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...