Dark Tourist è la prima serie tv incentrata sul turismo dell’orrore. Bizzarro e provocatorio. E’ su Netflix con otto puntate tutte da vedere.

La docu-serie, girata dal regista neozelandese David Farrier, accompagna gli spettatori in destinazioni macabre e poco convenzionali – o almeno così pensavo. Farrier ci mostra le affascinanti e disturbanti inclinazioni dell’uomo in circa quaranta minuti di episodio in cui affronta tre argomenti in aree geograficamente vicine.

Le località cambiano di volta in volta e le rotte non sono mai banali. Si inizia con l’America Latina di Pablo Escobar, si passa per la Foresta dei Suicidi in Giappone, ci si fa il bagno nel lago creato da un’esplosione nucleare in Kazakistan e si finisce il più cattivo tra i cattivi Charles Manson.

Vengono raccontate storie e intervistate le persone che le hanno vissute. Il sicario di Pablo, chi è fuggito durante il bombardamento di Famagosta, i nostalgici del nazismo e l’uomo che intrattiene una regolare corrispondenza con Charles Manson.

DA VEDERE. ASSOLUTAMENTE.

Per tutti quelli che hanno appena finito una serie – come sempre, per chi è appassionato del Lato oscuro e per tutti coloro che hanno già visto tutto.

 

F.

cropped-logo1.jpg

 

ENGLISH VERSION

Dark Tourist is the first TV series focused on horror tourism. Bizarre and provocative. It’s on Netflix with eight episodes to watch.

The docu-series, shot by the New Zealand director David Farrier, accompanies the spectators to macabre and unconventional destinations – or so I thought. Farrier shows us the fascinating and disturbing inclinations of the man in about forty minutes of episode in which he addresses three topics in nearby geographic areas.

The localities change from time to time and the routes are never trivial. It starts with Latin America by Pablo Escobar, passes through the Suicide Forest in Japan, bathes in the lake created by a nuclear explosion in Kazakhstan and ends up the worst among the villains Charles Manson.

Stories are told and the people who have lived them interviewed. Pablo’s hit man, who escaped during the bombing of Famagusta, the nostalgics of Nazism and the man who maintains a regular correspondence with Charles Manson.

TO BE SEEN. ABSOLUTELY.

For all those who have just finished a series – as always, for those who are fond of the dark side and for all those who have already seen everything.

 

F.

cropped-logo1.jpg

Posted by:Federica Gerini

Fabrianese di nascita ma fiorentina di adozione, con la passione per i viaggi, la fotografia e l’architettura. Classe 1991, Pesci, colleziono serialmente cose. Laureata in Architettura, indosso mocassini e ascolto indie rock. Leggo libri e vedo film. Scrivo su una Moleskine. Collaboro e scrivo per magazine di viaggi, arte, architettura e lifestyle come Viaggio nel Mondo, FUL – Firenze Urban Lifestyle e Artribune. Se mi chiedessero di descrivermi tramite una citazione sceglierei: “Le nostre valigie logore stavano di nuovo ammucchiate sul marciapiede; avevano altro e più lungo cammino da percorrere. Ma non importa, la strada è vita.” (On the road – J. Kerouac) Questo spazio è il mio personale diario di bordo con appunti, magari qualche consiglio e tante tante fotografie. F.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...