firenze, Mostre, streetart

OBEY: la mostra a Firenze a Palazzo Medici Riccardi

“Obey. Make art not war.” è la mostra incentrata su Shepard Fairey a Palazzo Medici Riccardi. Difficile da perdere per gli amanti della streetart.

Shepard Fairey. In arte Obey. Nasce a Charleston, USA, il 15 febbraio 1970. Oggi il suo nome è un punto fermo nel mondo della streetart. Tutte le più grandi metropoli godono dei suoi lavori. Dall’americana Dallas alle europee Parigi, Vienna e Berlino – per citarne alcune.

La sua storia inizia come qualsiasi altra storia / o forse no. Vediamo… C’era una volta il 1989 e Fairey tappezza ogni muro – libero e non – della città con Andre the Giant Has a Posse. Il volto del wrestler André the Giant era ovunque. Da quel giorno sono trascorsi esattamente trent’anni e cosa ha fatto Shepard Fairey in queste tre decadi?

Si è schierato, ha dipinto e ha attaccato adesivi in giro per il mondo. Ma soprattutto ha realizzato Hope. Hope è senza dubbio il lavoro più iconico di Obey. Il manifesto con il volto stilizzato di Obama in quadricromia che ha accompagnato la campagna elettorale del futuro Presidente degli Stati Uniti d’America nel 2008. L’opera è stata definita: “La più efficace illustrazione politica americana dai tempi dello Zio Sam” dal critico d’arte Peter Schjeldahl. Naturalmente la collaborazione tra Obama e l’artista non è mai stata ufficializzata trattandosi di volantinaggio – per così dire – illegale, ma nel post-vittoria il nuovo Presidente degli USA ringraziò pubblicamente Fairey. 

Hope, insieme a molte altre opere, è ora nelle sale di Palazzo Medici RiccardiFino al 20 ottobre. Il Rinascimento incontra Obey. Un percorso che si snoda in quattro tematiche. Donna, Ambiente, Pace e Cultura. Utopie sociali, temi umanitari insieme a valori al di sopra delle leggi. Un messaggio pacifista ed ecologista.

Insieme al volto di Obama, troverete anche Stalin e Lenin, IN GODFATHER WE TRUST – con Fredo, Sonny, The Don e Tom – e una panoramica sul mondo femminile. La donna come centro tolemaico del mondo dove si intrecciano militanza, erotismo e indipendenza. 

Per maggiori info: Mostre Palazzo Medici Riccardi

F.

ENGLISH VERSION

“Obey. Make art not war.” is the exhibition focused on Shepard Fairey at Palazzo Medici Riccardi. Difficult to lose for streetart lovers.

Shepard Fairey. In art Obey. Born in Charleston, USA, February 15, 1970. Today his name is a staple in the world of street art. All the greatest metropolises enjoy its works. From the American Dallas to the Europeans Paris, Vienna and Berlin – to name a few.

His story begins like any other story / or maybe not. Let’s see… Once upon a time there was 1989 and Fairey covers every wall – free and otherwise – of the city with Andre the Giant Has in Posse. The face of the wrestler André the Giant was everywhere. Since that day exactly thirty years have passed and what did Shepard Fairey do in these three decades?

He lined up, painted and attached stickers around the world. But above all he created Hope. Hope is undoubtedly Obey’s most iconic work. The poster with the stylized face of Obama in full color that accompanied the election campaign of the future President of the United States of America in 2008. The work was defined: “The most effective American political illustration since the time of Uncle Sam” by the critic art Peter Schjeldahl. Of course, the collaboration between Obama and the artist has never been formalized as a leafleting – so to speak – illegal, but in post-victory the new US President publicly thanked Fairey.

Hope, along with many other works, is now in the halls of Palazzo Medici Riccardi. Until October 20th. The Renaissance meets Obey. A path that winds through four themes. Woman, Environment, Peace and Culture. Social utopias, humanitarian themes together with values above the law. A pacifist and ecologist message.

Along with Obama’s face, you will also find Stalin and Lenin, IN GODFATHER WE TRUST with Fredo, Sonny, The Don and Tom and an overview of the female world. The woman as a Ptolemaic center of the world where militancy, eroticism and independence are intertwined.

More info: Palazzo Medici Riccardi

F.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...