Antiparos

Antiparos, sogno o son desto?

Per una Grecia di panorami bianchi e azzurri, questa è l’isola da visitare.

Antiparos: 37°00′N 25°03′E. A nemmeno due kilometri da Paros, sua sorella maggiore. Un’isola tra le più belle mai viste – e ne ho viste! Chiesette bianche e gatti che dormono all’ombra. Pesce appeso fuori nei ristoranti e barchette ormeggiate nei porticcioli. Le Cicladi che tutti sogniamo.

Come raggiungere Antiparos?

Ci vuole un pò di tempo, ma sarà ben speso. Prima tappa: volo su Mykonos, dove consiglio sempre di trascorrere almeno una notte – perché svegliarsi qui è come farlo nel giardino dell’Eden, ma vista mare.

Seconda e terza tappa: sull’acqua. Prima: traghetto per Paros. L’opzione più rapida vi farà raggiungere questa isola in meno di un’ora. Da qui dirigetevi a Pounda se portate con voi la macchina, da dove partono i traghetti per Antiparos.

Il viaggio Paros – Antiparos è veramente immediato: 5 minuti. Il costo del biglietto è di 1,30 euro a persona e 6,00 euro se portare la macchina (consigliato portarla da Paros se l’avete già affittata lì).

Se partite senza macchina, il traghetto potete prenderlo anche dalla stessa Parikia con un costo di 5 euro.

Le spiagge

Sono stata ad Antiparos a metà Settembre e le spiagge erano quasi del tutto deserte. Noi, le libellule – si, le libellule. è stato pazzesco. – e qualche greco a caccia di pesce da cucinare a pranzo.

Vi è mai capitato di avere una piscina privata in mezzo al mare? A me si, qui ad Antiparos. Un’isola come questa ha bisogno della giusta dimensione per essere amata a pieno. Ad Agosto rischia di essere troppo affollata e modaiola.

I miei consigli ricadono su due spot precisi:

LIVADIA: le foto non le rendono omaggio – questa dovrebbe essere la caption che accompagna la sua descrizione. Grande, grandissima, acqua cristallina, zero ombrelloni e bar. Il luogo perfetto dove rilassarsi lontani da tutto.

FENEROUMENI: qui Madre Natura si è superata. Piccola, proprio come una piscina privata. Solitaria e nascosta. Un pò difficile da raggiungere perchè la strada è sterrata e di indicazioni non ce ne sono. Dirigetevi a Sofros, superate il suo Beach Bar e proseguite fino al panorama più bello mai visto prima.

Cosa vedere e cosa fare?

A parte le Caves, luogo di Ulisse e delle sue peripezie, non c’è molto da vedere. L’isola è fatta dei suoi paesaggi mozzafiato e del suo piccolo paesino di pescatori con il Castro veneziano. Antiparos è fatta per essere vissuta. Una colazione con yogurt greco e miele sul porticciolo, una passeggiata per comprare la frutta lungo l’unica stradina del paese. Tanti bagni in mare e libri letti all’ombra di una tamerice. Doccia e cena in una delle tante taverne tipiche.

Per la rubrica dove mangiare consiglio sicuramente Captain Pipinos. Un tramonto mozzafiato visto e assaporato da una palafitta azzurra direttamente sul mare. Il pesce qui è ottimo, è il pescato del giorno che vedrete anche appeso ad essiccare.

Cibo da 10 come anche i prezzi. Intorno ai 15 euro a persona per un litro di vino + tre antipasti + un piatto principale a testa. Come spesso accade in Grecia, a fine pasto vi offrono il dessert – che in questo caso ricorda il nostro amato Cremino.

Buoni anche Pavlos e Georgios che, invece, sono in città.

Quanti giorni ad Antiparos?

In un viaggio a tappe, come il mio, dedicate all’isola tre/quattro giorni. E’ molto bella ma anche molto piccola. Se invece amate sdraiarvi al sole e rimanere in un unico luogo per tutta la durata del viaggio consiglio una settimana.

F.

English version

For a Greece of white and blue landscapes, this is the island to visit.

Antiparos: 37 ° 00′N 25 ° 03′E. Not even two kilometers from Paros, his older sister. One of the most beautiful island ever seen – and I’ve seen it! White churches and cats sleeping in the shade. Fish hanging out in restaurants and small boats moored in marinas. The Cyclades that we all dream of.

How to reach Antiparos?

It takes some time, but it will be well spent. First stop: flight over Mykonos, where I always recommend spending at least one night – because waking up here is like doing it in the Garden of Eden, but overlooking the sea.

Second and third stage: on the water. First: ferry to Paros. The fastest option will take you to this island in less than an hour. From here head to Pounda if you bring the car with you, from where the ferries to Antiparos depart.

The journey Paros – Antiparos is really immediate: 5 minutes. The cost of the ticket is 1.30 euros per person and 6.00 euros if you bring the car (it is recommended to bring it to Paros if you have already rented it there).

If you leave without a car, you can also take the ferry from Parikia itself for 5 euros.

The beaches

I was in Antiparos in mid-September and the beaches were almost completely deserted. We, the dragonflies – yes, the dragonflies. it was crazy. – and some Greek looking for fish to cook for lunch.

Have you ever had a private pool in the middle of the sea? To me, here in Antiparos. An island like this needs the right size to be fully loved. In August it risks being too crowded and fashionable.

My advice falls on two specific spots:

LIVADIA: the photos do not pay homage – this should be the caption that accompanies his description. Large, very large, crystal clear water, zero umbrellas and bars. The perfect place to relax away from it all.

FENEROUMENI: here Mother Nature is overcome. Small, just like a private pool. Lonely and hidden. A bit difficult to reach because the road is unpaved and there are no signs. Head to Sofros, pass by its Beach Bar and continue to the most beautiful landscape ever seen before.

What to see and what to do?

Apart from the Caves, a place of Ulysses and his adventures, there is not much to see. The island is made up of its breathtaking landscapes and its small fishing village with the Venetian Castro. Antiparos is meant to be lived. A breakfast with Greek yogurt and honey on the marina, a walk to buy fruit along the only narrow street in the village. Many baths in the sea and books read in the shade of a tamarisk. Shower and dinner in one of the many typical taverns.

For the section where to eat I would definitely recommend Captain Pipinos. A breathtaking sunset seen and savored by a blue stilt directly on the sea. The fish here is excellent, it is the catch of the day that you will also see hanging to dry.

Food from 10 as well as prices. Around 15 euros per person for a liter of wine + three appetizers + a main dish each. As often happens in Greece, at the end of the meal they offer you dessert – which in this case is reminiscent of our beloved Cremino.

Also good are Pavlos and Georgios who, instead, are in the city.

How many days in Antiparos?

On a journey in stages, like mine, dedicated to the island three / four days. It is very beautiful but also very small. If instead you love to lie down in the sun and stay in one place for the duration of the trip, I recommend a week.

F.

Un pensiero su “Antiparos, sogno o son desto?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...